Nuvole digitali/2

La conferenza dal titolo “Nuvole Digitali”, che si è tenuta il 17 settembre presso l’auditorium dell’istituto Vendramini in occasione di Pordenonelegge 2011, ha avuto come tema principale il passo che il mondo sta compiendo verso la memorizzazione e la diffusione digitale delle informazioni, concentrandosi (forse un po’ troppo) sul tema dell’editoria e degli e-book.

La conferenza era essenzialmente una doppia intervista con il professore Giuseppe Granieri, autore  di volumi sui cambiamenti causati dalla tecnologia nelle nostre vite e il giornalista free-lance Sergio Maistrello, che si occupa del rapporto tra i giovani e la rete; con Piervincenzo Di Terlizzi come mediatore.

L’argomento principale della discussione era il passaggio da supporto analogico a digitale, essenzialmente ciò che è successo con il passaggio da cd a mp3 o da libri a e-book: che opportunità e che svantaggi porta abbandonare i vecchi sistemi e adattarsi ai nuovi?

Ne è emerso che, per quanto riguarda gli e-book, i vantaggi sono a favore di lettori e scrittori: i primi possono trovare ormai anche libri fuori pubblicazione, portare l’intera propria libreria su un apparecchio da 10 pollici e trovare degli ottimi prezzi per scaricare (senza tuttavia possedere fisicamente) i libri; e per gli autori, che in questo modo sono capaci di pubblicare liberamente e in 10 minuti i propri manoscritti, senza dover seguire tutta la procedura delle edizioni cartacee.

Tutto questo però, oltre ai rischi della pirateria informatica e della perdita di informazioni,provoca immensi danni all’editoria: si modifica tutto il meccanismo della distribuzione, e si eliminano alcuni punti di forza dell’editoria, primo tra tutti la possibilità di mettere in luce alcuni autori. Tramite il self-publishing (auto pubblicazione), qualunque autore con una buona esperienza in fatto di rete può pubblicare il proprio manoscritto, evitando di dover aspettare mesi prima di essere degnato di attenzione. Inoltre, tramite il digitale, si sconvolgono anche le classifiche dell’editoria: le classifiche di amazon (colosso internazionale di acquisti on-line e vendita di e-book) propongono libri diversi rispetto a quelle degli editori.

Insomma, con tutte queste nuove possibilità per autori e lettori, e questi evidenti sintomi che fanno pensare a come in futuro potrebbero non essere più necessari gli editori, alcuni continuano a difendere i buoni vecchi libri di carta: non si può ancora stabilire per certo chi vincerà, ma è ovvio che di qui a due anni, il mondo della vendita dei libri sarà completamente stravolto e cambiato.

Per quanto riguarda il discorso sulle potenzialità della rete, entrambi i relatori hanno esaltato le possibilità che offre, come anche quella di ottenere notizie non influenzate dai giornalisti e parlare con tutti in tutto il mondo in pochi secondi; mentre alcuni tra il pubblico hanno commentato criticando il rischio di perdere i propri dati quando saltano i lettori e i computer, oppure l’ancora peggiore rischio di venire influenzati dai governi, citando l’esempio del libro 1984 di George Orwell, misteriosamente sparito da Amazon.

Sarebbe stato bello se i relatori avessero potuto approfondire l’ambito più generale della conversione digitale, ossia i rischi e i vantaggi di trasferire direttamente non solo i libri, ma tutti i nostri file, in rete. In ogni caso, per il momento non vedo la necessita degli e-book, ma con la scarsità di risorse primarie che si prospetta, penso che una distribuzione online efficace e controllata in modo da evitare la pirateria, sarà il mezzo più efficace per vendere libri e conservare la cultura, pur condividendo io stesso la paura che i governi possano manovrare, modificare e rimuovere coppie di libri ritenuti sovversivi o scomodi a loro piacimento, eliminando nel processo un pezzo di storia e di cultura spesso insostituibile

 Francesco Avoledo 5 Bg Leopardi-Majorana

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...