Sui recenti articoli del Messaggero Veneto

A seguito degli interventi giornalistici a firma di Chiara Benotti che, pubblicati sul Messaggero Veneto di sabato 26 e domenica 27 novembre, hanno portato alla ribalta la vicenda di docenti di questo Liceo, derisi da alcune foto e da alcune frasi inserite in Facebook da uno studente indicato con le iniziali M.N., il Consiglio della classe di appartenenza dello studente, riunitosi in seduta straordinaria, ha rilevato quanto segue:

  • l’episodio è molto grave per la violazione della privacy, della normativa e delle stesse regole della scuola che proibiscono in modo categorico di effettuare riprese in classe e di offendere le persone in qualunque forma. Il Consiglio di classe ha di conseguenza preso provvedimenti disciplinari adeguati e ha anzi voluto cogliere spunto dall’episodio per affrontare nelle classi le problematiche relative al rispetto della persona e all’uso non corretto degli strumenti elettronici, nell’ottica dell’educazione alla cittadinanza responsabile. Gli studenti coinvolti, pur risalendo l’episodio solo ora denunciato al passato anno scolastico, si sono prontamente scusati, riconoscendo la loro responsabilità;
  • l’episodio è molto grave, ma non è impossibile individuare un nesso tra la pubblicazione degli articoli in questione e quello firmato dallo studente M.N., apparso mercoledì 22 novembre sul blog della scuola, dal titolo Quando scrivere diventa diffamare. Una sincera polemica sul giornalismo facile. L’articolo, in cui si polemizzava con una certa energia contro alcuni interventi della stessa giornalista in merito alla vita della nostra scuola, conteneva giudizi severi su certo modo di fare giornalismo, ma era una lecita, pur opinabile, espressione di uno studente che si cimentava su un tema di indubbia attualità, come quello sul diritto – dovere di informazione;
  • l’episodio è molto grave, ma non è impossibile immaginare la sequenza dei fatti. Colpisce la sproporzione: ad un articolo di un diciassettenne sul blog della scuola si risponde con due articoli in prima pagina di un diffuso quotidiano, articoli corredati da grandi foto a colori che, oltre a costituire un’enorme cassa di risonanza per la vicenda amplificando paradossalmente proprio l’effetto di derisione che si vuole stigmatizzare, finiscono per proporre un’immagine della nostra scuola non veritiera, ingiusta e deleteria;
  • l’episodio è molto grave, ma non è impossibile provare un forte imbarazzo a parlare di libertà di espressione con gli studenti, quando adulti professionisti si avvalgono in modo spregiudicato del proprio potere mediatico;
  • l’episodio è molto grave, ma non è impossibile trovarsi in difficoltà, proprio in quanto adulti ed educatori, ad applicare una dovuta sanzione a cui, con un diverso svolgimento dei fatti, si sarebbe fatto ricorso con maggior efficacia educativa.

Per il Consiglio di classe

Il Dirigente Scolastico

Teresa Tassan Viol

Annunci
Questo articolo è stato pubblicato in Agorà da rc . Aggiungi il permalink ai segnalibri.

2 thoughts on “Sui recenti articoli del Messaggero Veneto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...