Generazione Digitale – L’informatica come non l’avete mai vista…

Trieste-insiel-mercato“Qualcuno di voi è per caso interessato al progetto Generazione Digitale, promosso da INSIEL S.p.A.?”
Se devo essere sincero, quando ho sentito il mio professore di matematica pronunciare queste parole, non avevo la più pallida idea delle tematiche trattate dall’iniziativa, né conoscevo l’azienda che la organizzava e promuoveva negli istituti della regione, tra i quali anche la nostra scuola. Ma il nome suonava interessante e, così, ho scelto di chiedere ulteriori informazioni…
Ho così scoperto che, quest’anno per la seconda volta, l’azienda friulana responsabile dello sviluppo e dell’erogazione di tutti i servizi informatici richiesti dalla Regione (INSIEL S.p.A. appunto) apriva le sue porte a 40 studenti dei licei scientifici e degli istituti tecnici del territorio, per far scoprire loro il “dietro le quinte dell’informatica regionale” al servizio della collettività, avvicinando i giovani a nuove rivoluzionarie possibilità (offerte esclusivamente dalla nostra Regione a livello nazionale) e trattando, insieme ad esperti e personale qualificato, tematiche vicine al mondo giovanile, sempre più ricco di tecnologia e d’innovazione.
L’informatica è stata da sempre una delle mie passioni e dunque tale progetto mi avrebbe offerto la possibilità di approfondire questa tematica in modo diverso da quello a cui ero abituato: i posti erano limitati, ma perché non provare? Dal momento che scrivo questo articolo, pare inutile dire che alla fine ci sono andato… e non me ne sono assolutamente pentito! Anzi, ringrazio il Liceo Leopardi-Majorana di avermi proposto una tale opportunità, che consiglio vivamente non soltanto a chi è interessato all’argomento, ma anche (e soprattutto) a chi vorrebbe capire qualcosa di più di questo mondo in continua evoluzione: quello tecnologico.
L’esperienza, durata tre intense giornate, si è svolta nelle altrettante sedi aziendali dell’ente: il “quartier generale” di Trieste, l’area di ricerca di Padriciano (inserita all’interno polo scientifico-tecnologico Science Park, famoso soprattutto per il sincrotrone del progetto Elettra) e l’auditorium di Udine.
Il primo giorno, dopo i saluti istituzionali e le presentazioni introduttive all’esperienza del Dott. Paolo Viola, Direttore Generale del complesso, e del Direttore Esecutivo Dott. Fabio Sbroiavacca, seguite dai saluti di Ambra Collini, testimonial della precedente edizione del progetto, siamo subito entrati nel vivo della discussione. Si è parlato di Web, di Cloud computing e dell’agenda digitale europea ed italiana, con concreti riferimenti a come la vita (digitale, ma anche reale) di ogni cittadino potrebbe radicalmente cambiare con un programma di governo aperto verso l’innovazione tecnologica ed una tecnologia d’avanguardia aperta verso la cittadinanza attiva. Ma il “pezzo forte” della giornata è stata la visita alla Server Farm, alla sala macchine in cui risiedono i server e gli archivi attraverso cui transitano ogni giorno terabyte e terabyte di dati provenienti dalla pubblica amministrazione e dalla sanità regionale. Qui, affascinati dai racconti di Alessandro Masolin (responsabile dei servizi IT) abbiamo potuto osservare di persona (dopo autenticazione forte con badge e carta magnetica) l’inimmaginabile dispiego di forze e mezzi necessari a mantenere efficiente e sicuro un sistema così complesso che deve operare in tempo reale, senza permettersi un attimo di distrazione. Il pomeriggio, grazie agli interventi di Dario Luretta, Diego Mezzina e Gabriele Iurkic è stato dedicato al mondo del mobile e dello sviluppo di apps, alla sicurezza dei sistemi informatici e delle informazioni online (tematica scottante, vista la grande diffusione di social network e affini) e alle divertenti leggende metropolitane legate all’uso del PC.
La giornata seguente, raggiunta l’area Science Park di Padriciano, abbiamo avuto l’occasione di visitare i laboratori di ricerca dell’azienda e, con Marco Giacomello, la discussione ha toccato nuovamente il tema della sicurezza online all’interno dei social network, ha trattato la tematica dell’e-commerce ed esplorato le innumerevoli possibilità offerte online dalla Carta Regionale dei Servizi (per i comuni mortali, la tessera sanitaria con microchip!): con essa è possibile, previa attivazione e installazione di un apposito lettore USB, usufruire direttamente da casa di un’infinità di servizi al cittadino, dal cambio del medico di famiglia al download di ricette mediche, alla compilazione della dichiarazione dei redditi.
Abbiamo in seguito fatto visita agli stabilimenti del Gruppo Pragma, altra innovativa azienda ICT insediata in Science Park, dove ci è stata data la possibilità di partecipare ad un tour guidato virtuale (con tanto di visualizzazione in 3D degli edifici) del complesso di ricerca e di sentir parlare fluentemente l’assistente virtuale sviluppato dal gruppo, non soltanto in italiano, ma anche in inglese e rumeno.
Dopo un breve spostamento, abbiamo dunque raggiunto l’auditorium aziendale di Udine, all’interno del quale Andrea Lugnani e Massimo Melacini hanno tenuto una breve conferenza sugli importanti sistemi informatici che la sanità friulana, una tra le più avanzate in Italia da questo punto di vista, utilizza per garantire al paziente un servizio più efficiente: il sistema clinico G2 per l’archiviazione dei dati sanitari e il sistema PACS per la condivisione di immagini mediche; il tutto con esempi pratici di grande rilevanza, come il percorso di un ipotetico paziente all’interno delle strutture per il pronto soccorso.
Il terzo e ultimo giorno, per finire, ha visto gli interventi di Valentina Roselli e Fabrizio Sgrazzutti. Il primo ha analizzato le dinamiche di attuazione e le future ricadute del progetto ERMES, che ha l’obiettivo di rendere completa e definitiva la cablatura della Regione in fibra ottica, per garantire a privati, imprese ed istituzioni una velocità e qualità di connessione ad internet molto maggiori a quelle attuali, allineate con le medie europee (rispetto alle quali l’Italia è in netto svantaggio). Il secondo, invece, ci ha illustrato le potenzialità dei sistemi GIS regionali, che hanno il compito di digitalizzare, rendendo molto più versatile e pratico tutto il materiale relativo alle informazioni catastali (e al tavolare, per le provincie di Gorizia e Trieste), rendendole anche consultabili direttamente in linea agli utenti.
Durante tutta la durata dell’iniziativa, sfruttando ogni singolo momento libero (e il poco tempo libero trascorso a casa, le due serate dopo le attività), vari gruppi di studenti, creatisi in loco, hanno avuto il compito di realizzare una presentazione per un servizio alla cittadinanza da loro ideato, offerto dalla Regione Friuli Venezia Giulia tramite INSIEL S.p.A., mettendo così a frutto le conoscenze acquisite in vista di un’amichevole “sfida”.
L’esperienza, ricchissima e sorprendente dal punto di vista tecnico, è stata ugualmente coinvolgente e profonda per quanto concerne l’aspetto sociale e umano: è stato davvero entusiasmante conoscere molti altri studenti coetanei, il futuro della nostra società, e discutere insieme a loro di tematiche attualissime e determinanti per il futuro sviluppo del progresso tecnologico e sociale.
Ed ora, ad esperienza conclusa, proprio mentre sto scrivendo queste ultime righe, la verde spia intermittente dello smart-card reader ricevuto durante l’esperienza mi porta a pensare ancora una volta a quei proficui e allegri momenti trascorsi insieme ad altri che, come me, come noi giovani, costituiscono la Generazione Digitale e mi ricorda “tutto ciò che c’è dietro le quinte”…

Emanuele Ballarin, 4Cs

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...